Dodana: 14 styczeń 2009 12:55

Zmodyfikowana: 14 styczeń 2009 12:55

Itinerario dell’artigianato tradizionale popolare della Podlasie

L’Itinerario dell’Artigianato popolare del Voivodato Podlaskie è stato istituito nel 1994 su iniziativa della Sezione etnografica del Museo Podlaskie di Bialystok. Obiettivo principale è quello di coniugare la conservazione delle botteghe artigianali e delle attività folkloristiche che da secoli continuano a far rivivere le antiche arti e mestieri e gli usi e costumi della regione con il turismo e gli estimatori dell’arte popolare. 

L’Itinerario dell’artigianato tradizionale popolare della Podlasie è un percorso etno-geografico che ripercorre i luoghi più significativi dove rivivono, grazie all’usanza di molti artigiani che hanno tramandato di padre in figlio tutto il sapere dei loro laboratori, gli antichi mestieri e arti, gli usi e costumi secolari della regione, tra l’altro, molto apprezzati in Polonia e all’estero. L’Itinerario percorre la parte occidentale della Foresta Knyszyńska, attraverso il villaggio di Czarna Wieś Kościelna, centro della manifattura di vasi in ceramica, ispirata all’antica “Arte dei Vasai”, di cui ne rivisita le tecniche e le forme, e di antiche officine di fabbro; rinomati e apprezzati a Zamczysk le botteghe per la lavorazione dei cucchiai in legno, a Janów e nei villaggi di Wasilówka e Nowokolno quelle della tessitura a due trame, riproponendo con risultati di elevato livello qualitativo i metodi, i colori e i disegni del patrimonio tessile locale. A Sokółka possiamo visitare il laboratorio di Piotr Szadziłowski, scultore di rinomata levatura.

Ogni anno le botteghe artigianali contano più di 10.000 turisti provenienti dalla Polonia e dall’estero.
Progetto dell’Itinerario etnografico: Sezione Etnografica del Museo Podlaskie di Bialystok – Responsabili del progetto: Halina Jakubowska e Wojciech Kowalczuk tel.: +48 (085) 742 14 73 e-mail: wkowalczuk@wp.pl


La Sezione Etnografica del Museo Podlaskie di Białystok raccomanda l’inserimento delle “botteghe” nei percorsi turistici dei tour operator.


L’Itinerario è un’occasione irripetibile sia per il turismo di giornata che di lungo soggiorno per visitare le botteghe artigianali, dove si fondono arti e mestieri, antico e moderno, storia con economia locale. 


Gli artigiani:

  • presentano una suggestiva e reale lavorazione dei manufatti secondo le antiche tecniche di riproduzione

  • mostrano le tecniche di apprendimento del mestiere

  • espongono i manufatti artigianali nei loro laboratori

Le botteghe si possono visitare da lunedì a sabato previa prenotazione telefonica.

A disposizione dei turisti ci sono: le botteghe dei vasai e la officina del fabbro a Czarna Wieś Kościelna, la bottega per la lavorazione dei cucchiari in legno a Łapczyn e quelle della tessitura a due trame a Janów, Nowokolno e Wasilówka, nonche lo studio del scultore a Sokółka.

A. Il mestiere del fabbro

L’officina appartiene a uno dei fabbri più attivi della Podlasie e sa coniugare le tecniche antiche del suo mestiere con la sua creatività artistica.
L'officina del fabbro: Mieczysław Hulewicz Czarna Wieś Kościelna, ul. Sosnowa 4a Tel. (085) 7109089

B. Arte del vasaio

Il villaggio di Czarna Wieś Kościelna è il centro della lavorazione della ceramica grigia, dove sopravvivono le ultime botteghe ancora attive in Polonia. Gli artigiani vasai lavorano a mano i manufatti in ceramica grigia secondo le originarie tecniche e forme di produzione, risalenti al XVIII sec.

Le botteghe dei vasai:

  1. Bolesław Piechowski
    Czarna Wieś Kościelna, ul. Piękna 27 i
    Tel. (085) 7109074

  2. Mirosław Piechowski
    Czarna Wieś Kościelna, ul. Piękna 27a
    Tel. (085) 7109134

  3. Jan Kudrewicz
    Czarna Wieś Kościelna, ul. Sosnowa 19
    Tel. (085) 7109085

  4. Adam i  Paweł Piechowski
    Czarna Wieś Kościelna, ul. Piękna 29
    Tel. (085) 7109023

  5. Stanisław Mosiej
    Czarna Wieś Kościelna, ul. Piękna 69
    Tel. (085) 7109080

C. Cucchiai in Legno

L’unica bottega di produzione dei cucchiai e mestoli in legno si trova a Zamczysk, un villaggio, che fa risalire le sue tradizioni artigianali alla fine del XIX sec.. La bottega riproduce i suoi manufatti ancora con le tecniche e gli utensili a mano originari.

Botteghe di produzione dei cucchiai in legn Mieczysław Baranowski
Zamczysk 10 tel. (085)7109321

D. La tessitura a due trame

Il centro, unico in Polonia, della tessitura a due trame si trova a Janów. Nelle botteghe dei borghi rurali le tessitrici usano ancora gli antichi telai in legno, riproponendo con le proprie irripetibili creazioni in tessuto di lana e con risultati di elevato livello qualitativo i metodi, i colori e i disegni dell’antico patrimonio tessile locale.

Le botteghe di tessitura:

  1. Teresa Pryzmont
    Wasilówka 9 (kol.), gm. Janów
    Tel. (085). 7216364

  2. Alicja Kochanowska
    Janów, ul. Nadrzeczna 3
    Tel. (085) 7216036

  3. Filomena Krupowicz
    Janów, ul. Sokólska 50
    Tel. (085) 7216128

  4. Ludgarda Sieńko
    Janów, ul. Sokólska 8
    Tel. (085) 7216174

  5. Helena Malewicka
    Nowokolno, gm. Janów
    Tel. (085) 7216062

La Camera della Tessitura a Due Trame
Camera della Tessitura a Due Trame presso il Centro Comunale della Cultura, Janów, ul. Białostocka 14a Esposizione permanente dei manufatti artigianali tessili locali. Informazioni utili: (botteghe della tessitura a due trame) - tutti i giorni dalle ore 8.00 alle ore 16.00, tel. +48 (085) 7216142

E. Lo studio dello scultore

Piotr Szałkowski, per diverso tempo è stato presidente dell’Associazione Regionale degli Artisti Popolari. È autore di sculture popolari a tema religioso e campestre (raffigurano abitanti del villaggio, spesso mentre svolgono lavori quotidiani) ed anche legate alla natura (uccelli). Molte delle sue opere sono esposte nei musei oppure fanno parte di collezioni private polacche ed estere. Lo studio dello scultore: Piotr Szałkowski  Sokółka, ul. Mickiewicza 22 Tel. (085) 7115332


Come arrivare
Da Białystok prendere la strada n. 18, in direzione del valico di frontiera di Kuźnica Białostocka, al km. 21 uscita per Czarna Białostocka ed arrivo a Czarna Wieś Kościelna. Da qui in direzione Chmielnik (uscita anche per Zamczysk), Niemczyn, Sitkowo, Białousy fino a Janów (55 km) e Sokółka.

Nel villaggio di Czarna Wieś Kościelna, dopo aver visitato l’officina di Mieczysław Hulewicz, vale la pena visitare le botteghe dei vasai di Jan Kudrewicz, di Bolesław e Mirosław Piechowski.


A Chmielnik, deviando dalla strada principale, si arriva a Zamczysk (2 km), dove si trova la bottega di Meczysław Baranowski per la produzione di cucchiai in legno. Da Zamczysk, su strada sterrata verso Niemczyn (circa 600 m) si arriva alla fortezza di Zamek, risalente all’Alto Medioevo. Al ritorno si passa per Chmielnik.


A Janów si consiglia di visitare la Camera della Tessitura a Due Trame, presso il Centro Comunale della Cultura, in via Białostocka 14, dove sono esposti i manufatti tessili dell’artigianato locale. Qui potete ottenere le informazioni utili (tutti i giorni dalle ore 8.00 alle ore 16.00, tel. +48 (085) 7216142) sui laboratori della tessitura a due trame. Vale la pena visitare le botteghe di Alicja Kochanowska, Filomena Krupowicz e Ludgarda Sieńko e, poco distante nel villaggio di Wasilówka la bottega di Teresa Pryzmont e a Nowokolno quella di Helena Malewicka.


A Sokółka si trova il laboratorio dello scultore Piotr Szałkowski, mentre molte delle sue opere sono esposte presso la Camera dell’Associazione degli Artisti Popolari, in via Mickiewicza 22.


Uscita dalla strada nr 19 Białystok-Augustów e più avanti verso i valichi di frontiera a Ogrodniki e Budzisko. Uscita al km 38, nei dintorni di Korycin sulla strada locale n. 672 che porta a Janów (18 km). Da Janów a Chmielnik (19 km), uscita per Łapczyn e Zamczysk) e più avanti per Czarna Wieś Kościelna (5 km).


Da Sokółka (strada n. 18) andando attraverso la strada locale 673 verso Sokolany (8 km), poi prendendo la strada 672 si arriva a Janów (18 km), Zamczysk (19 km) e Czarna Wieś Kościelna (5 km)


Da Sokółka si può ritornare a Białystok visitando l’Itinerario dei Tartari, verso Bohoniki e Kruszyniany. Wojciech Kowalczuk Sezione Etnografica del Museo Podlaskie di Białystok  tel. +48 (85) 74 21 473 e-mail: wkowalczuk@.wp.pl

facebook